Archivio per 14 giugno 2010

Specchiarsi #1

Posted in Racconti di bagliori, Specchiarsi with tags , on 14 giugno 2010 by samsacirce

Questo racconto è stato scritto un anno fa. La sua natura non è ben definibile. Rileggendolo dopo parecchi mesi direi che sembra di trovarsi in uno di quei film morbosi girati dai registi cinesi. Se vi può interessare, il testo ha un secondo titolo: Estasi. A dirla giusta, cronologicamente sarebbe il primo, e sarebbe il titolo del file che mi ha accompagnato lungo l’intero travaglio della sua stesura generandomi continue ispirazioni.
Assieme al comandante BiCefalo Giofab, che ringrazio per l’opportunità concessami, abbiamo deciso di pubblicarlo in 5 puntate e censurare alcune frasi troppo “hardite”. Buon proseguimento

Arrivò di corsa davanti alla porta d’entrata. Tentò d’inserire la chiave nella serratura, più e più volte, senza indovinarne la giusta posizione. Era rimasto cieco: tutta la smaltatura e la verniciatura che aveva messo in posa la mattina per correggere gli inestetismi del viso, gli si era sciolta sotto l’acquazzone. Colava lungo le fossette della sua faccia che pareva liquefarsi. La parte attorno agli occhi era stata restaurata con lo stucco e l’intero volto coperto dal fondotinta; ma la pioggia di quel giorno era stata così copiosa che aveva dapprima creato dei canali, e poi debordando aveva fatto franare gli argini di smalto che andarono a confluire nelle cavità oculari. Cercava ora di aprire la porta del proprio appartamento. Gocciolava e sul marmo si espandeva una macchia color terra. Riuscì a entrare e andò a tentoni verso il bagno. Si spogliò e si fece una doccia per disincrostarsi e spurgare le orbite degli occhi e i condotti lacrimali. Poi si appostò davanti alla superficie dello specchio e, premendo l’interruttore, iniziò a spegnere e ad accendere la luce per ore e ore.

Continua a leggere