Sette anni

Sette anni di merda, sette anni lasciati al vento, sette anni di esami e tesi e lusinghe e speranze e prospettive future. Sette anni coi fuori corso a svegliarmi dalle pagine illuminate di sonno e leggere dormendo e dormire leggendo e gettare gli occhi segnati da righe di lettere nere sul bianco cuscino del letto. Sette anni di cultura messa in frigo e rancida e marcia e muffa di storia e polvere verde tra le dita. Sette anni di corse alle lezioni e emersioni di voti e libri fotocopiati e versioni di latino e versioni di me. Sette anni di cortei e mense e umiliazioni e citazioni. Sette anni di biblioteche e di schiene curve e di silenzi sepolcrali e di segnature sbagliate. Sette anni di me, me che non sono io. Cosa dici? Questi anni frutteranno. Marciranno come le scuole chiuse tutto l’anno. Sette anni di nulla. Non dire così, hai scritto, hai quaderni, fogli, biglietti dove ci sono le tue matitate, i tormentati attimi svaniti e registrati, la frattura della carta schiantata dal baleno, non devi demoralizzarti, sei un buon dispensatore di pensieri. Dispensatore? Discarica, vorrai dire, questa voragine detritica dell’assenza.

Mi chiedo perché l’avvento della penna ha gettato questa sfida alla mia esistenza se io sono destinato a non vedere quello che scrivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: