Archivio per agosto, 2011

Ancora sulla strada

Posted in Detriti in versi with tags , , on 25 agosto 2011 by lostkid84

Ancora sulla strada mi aggiro smarrito,
con il volto rivolto al plenilunio e le braccia conserte,
con la solita vecchia smania di comprendere,
con la solida e nuova consapevolezza di cedere.
Vulnerabile come carne tenera al macero,
nell’ostentazione della mia apatia cristallizzo
la paura di osare, mi rinchiudo nel torpore,
e abuso dell’autoindulgenza. Ancora sulla strada
i nuovi segnali sbiadiscono, non posso penetrare le cose;
ci sono corazze dure come cortecce di querce millenarie,
ci sono verità scivolose come anguille e arrivare alla foce
del Senso Ultimo è come negare la nascita. Ripercorro
al contrario me stesso, muoio alla sorgente,
mi devo sporcare per rinascere,
devo risalire la corrente per temprarmi.
Ancora sulla strada, senza illuminazioni e rivelazioni, al buio,
al freddo percepisco il mondo nella sua concreta evanescenza.
E’ tutto attorno a me e non esiste, resiste e poi sfuma,
profuma d’apocalisse il mio viaggio d’Ulisse.
Non vedo lampioni, ma fioche luci, riflessi di voci, echi.
Ma sono ancora qui sulla strada,
e l’asfalto è cicatrice aperta, che avvince il mio corpo,
e il profumo di tubi di scappamento è poesia del riciclo.
Ancora da solo, qui sulla strada a sperare
che una qualche fottuta divinità mi venga a salvare.